Forche fisse o forche spaziatrici?

Le tecniche di coltivazione suggeriscono di coltivare le piante il più possibile vicino tra loro (ovviamente compatibilmente al loro stadio di crescita) e impone il loro distanziamento solo quando diventa assolutamente necessario, praticamente nelle ultime fasi di coltivazione.

df7

Inutile ricordare a questo proposito i vantaggi agronomici riscontrabili nell’omogeneità di crescita delle piante e ai risparmi  determinati dalle ridotte arre di coltivazione occupate.

Uno dei modi più utilizzati per distanziare i vasi in coltivazione è quello dell’utilizzo del carrello elevatore abbinato alle forche spaziatrici. Ma questo non è l’unico sistema utilizzabile.

Le forche spaziatrici, come noto, sono costose e delicate, impongono un sistema elettronico montato a bordo del muletto (anch’esso costoso), e l’operazione risulta comunque abbastanza lenta.

Esiste anche la possibilità di allargare i vasi in campo utilizzando forche fisse e applicando un PLC al carrello elevatore che consente di deporre i vasi alla distanza desiderata. Questo sistema, più lento della forca spaziatrice, trova applicazione su vasi di dimensioni generose, ma, anche se poco costoso, mal si adatta a vasi di medie e piccole dimensioni.df5

Proprio per queste ragioni Javo ha studiato un sistema in grado di distanziare i vasi evitando l’uso della forca spaziatrice e associando al diradamento altre lavorazioni comunque utili o necessarie.

Si tratta dell’utilizzo combinato tra due tappeti di accumulo (Buffer Belt), e una forca a doppio livello. L’utilizzo dei tappeti consente di effettuare altre lavorazioni contemporaneamente al distanziamento, l’utilizzo della doppia forche consente di trasportare lo stesso numero di piante anche se distanziate.df6

Nel passaggio dal Buffer Belt di deposito a quello di prelievo il sistema Javo è in grado di spaziare i vasi alla distanza desiderata per poterli riportare nelle zone di lavorazione già distanziati. Il tutto con notevoli vantaggi dovuti essenzialmente ad una riduzione di tempo, e ad un minor investimento.

Il distanziamento dei vasi effettuato utilizzando i due tappeti comporta l’utilizzo di sole forche fisse, eventualmente a due piani, poco costose, di  facile utilizzo e soprattutto rapide da sostituire quando si cambia formato di vaso.df8

Nella maggioranza dei casi l’utilizzo del doppio Buffer Belt risulta più conveniente dell’utilizzo della forca spaziatrice, anche grazie alla combinazione di più lavorazioni effettuate allo stesso tempo.df1

La riduzione dei costi si attua anche grazie a pochi interventi sistematici che possiamo riassumere in quattro punti:

  1. massimo sfruttamento dello spazio in vivaio
  2. centralizzazione delle lavorazioni
  3. spaziatura effettuata in concomitanza con altre lavorazioni e senza l’uso di forche spaziatrici
  4. controllo agronomico della patologie

I Commenti sono chiusi